Il pilota di ACI Team Italia in vista del suo sesto appuntamento stagionale nel Mondiale Wrc2 il Rally Catalunya, che inizia domani con la prima tappa sulla terra.

 

Salou, 24 ottobre 2019 – Fabio Andolfi si prepara a prendere il via navigato da Emanuele Inglesi, al volante della Skoda Fabia R5 di Motosport Italia gommata Pirelli, del “Rally Catalunya Costa Daurada”, sesto appuntamento della sua stagione nel mondiale Wrc 2. Questo week end prima sugli sterrati e poi sugli asfalti della provincia di Tarragona il 26enne pilota ligure di giocherà le sue carte per rientrare nella lotta per il campionato. “Abbiamo effettuato le ricognizioni in condizioni di pioggia trovando anche la nebbia nella speciale lunga sulla terra di La Fatarella – ha commentato il driver di ACI Team Italia – ed ora vedremo in gara quali saranno le condizioni delle varie prove speciali. In pratica scopriremo se sulla terra le speciali si sono asciugate e sono sparite molte pozzanghere, ed anche se tante pietre e pietroni caduti sull’asfalto saranno tornati al loro posto. Non abbiamo i ricognitori, e così dobbiamo un po’ arrangiarci, partiamo comunque positivi, concentrati, con l’obbiettivo di dare il massimo e di portare a casa il miglior risultato possibile”.

Quella spagnola sarà una gara decisiva per il titolo Wrc 2, per il quale restano in lizza oltre a Fabio Andolfi i big del campionato, vale a dire Loubet, Gryazin, Kajetanowicz, Guerra e Bulacia.

 

LA GARA. L’edizione numero 55 del Rally Catalunya Costa Daurada, l’unica gara mista della stagione, è composta da 325 km cronometrati suddivisi in 17 prove speciali. Il rally a parte la power stage ha un percorso praticamente identico a quello dello scorso anno, e così la prova catalana inizierà domani con la prima tappa su terra che prevede ben 129,70 km cronometrati suddivisi in 6 prove speciali (3 crono ripetuti due volte con assistenza prevista a metà giornata a Port Aventura), vale a dire le speciali di Gandesa (7 km), Horta-Bot (19 km) e la classica prova di La Fatarella lunga ben 38,85 km che sarà percorsa come nel 2018 al contrario nei primi 23 km e terminerà a Vilalba dels Arcs dopo un nuovo tratto di 12 km. La seconda tappa su asfalto di sabato prevede invece 121,72 km cronometrati e 7 speciali, cioè quelle di Savallà (14,08 km), Querol (21,26 km) e El Montmell (24,40 km) da ripetersi due volte, a cui si aggiungerà a fine giornata il crono cittadino di Salou di 2,24 km. Il Rally Catalunya si concluderà domenica con la terza tappa sempre su asfalto, lunga 74,14 km cronometrati e composta da 4 crono, vale a dire quelli ripetuti due volte di Riudecanyes (16,35 km) e la nuova power stage di La Mussara (20,72 km).

 

Addetto Stampa

Marco Giordo

press@aciteamitalia.it

 

#ACITEAMITALIA #WRC #ANDOLFI #ACISPORT #MOTORSPORTITALIA

Aggiornamenti, news, classifiche e foto sul sito ufficiale www.aciteamitalia.it

Facebook, Twitter, Instagram – @aciteamitaliaofficial