Il pilota di ACI Team Italia, in vista del suo quinto appuntamento stagionale nel Mondiale Wrc2

sugli sterrati del Rally del Galles, inizia domani insieme ad Emanuele Inglesi la prima giornata di ricognizioni.

 

Llandudno, 30 settembre 2019 – Fabio Andolfi si prepara a prendere il via navigato da Emanuele Inglesi, al volante della Skoda Fabia R5 di Motosport Italia gommata Pirelli, del suo quinto appuntamento stagionale nel mondiale Wrc 2, il “Wales Rally GB” in programma questo fine settimana sugli sterrati del nord e centro del Galles. Il 26enne pilota ligure ha effettuato oggi il “Monday test” ricevendo il primo feedback sulle difficoltà dei viscidi sterrati gallesi. “Abbiamo fatto circa 60 km a Cerrigydrudion in condizioni climatiche tipicamente gallesi – ha commentato il driver di ACI Team Italia -. Al mattino le condizioni erano asciutte, poi è cominciato a piovere a dirotto e così il fondo della speciale ha assunto condizioni molto scivolose tipiche di questa gara. Con la Fabia mi trovo bene, avremo ancora a disposizione il vecchio modello, abbiamo fatto qualche modifica e così abbiamo trovato il giusto set up. E’ la quarta volta che corro da queste parti, conosco quindi la gara e le sue insidie, sono fiducioso. Domani iniziamo le ricognizioni, a priori la giornata più dura sarà la tappa di sabato che non prevede l’assistenza a metà giornata, così come l’anno scorso”. Ci si attende ora da Fabio Andolfi una prestazione positiva nella prova britannica, in cui dovrà vedersela con i big del campionato, vale a dire Kajetanowicz, Gryazin, Loubet e Guerra, e poi con l’intera famiglia Solberg (oltre a Henning saranno stavolta al via anche Petter e suo figlio Oliver) in veste di outsider.

LA GARA. L’edizione 2019 del “Wales Rally GB” prevede 22 prove speciali per un totale di 309,76 km cronometrati.  La prima novità di questo Rally del Galles è il cambio dopo sei anni della sede della corsa, spostata da Deeside vicino Chester al confine tra Galles ed Inghilterra, sulle coste settentrionali del Galles a Llandudno, cittadina turistica a due passi dalla celebre speciale di Great Orme, dove sul lungomare verrà allestito il service park. La corsa, tutta su sterrato, prenderà il via giovedì con lo shakedown di Gwydir (4,68 km) e con la super speciale serale di Oulton Park di 3,58 km. Poi venerdì ci sarà una tappa nel nord del Galles a sud di Llandudno composta da 9 prove speciali per complessivi 116,52 km cronometrati con le classiche speciali di Elsi (11,65 km), Penmacho (16,19 km), Dyfnant (19,36 km) e Abehirnant (10,26 km), che saranno ripetute due volte ed intervallate da un passaggio a State Mountain di 1,60 km. Sabato è poi in programma una durissima seconda tappa, anche stavolta come da tradizione senza assistenza a metà giornata, tutta ricavata nel centro del Galles con 7 crono per un totale di 151,26 km cronometrati. In programma due passaggi sulle classiche prove speciali di Dyfi (25,86 km), Myherin (22,91 km) e Sweet Lamb-Hafren (25,65 km), dove l’anno scorso si fermò Tanak, e da un solo passaggio in serata a Colwyn Bay (2,40 km). Le speciali saranno intervallate a metà giornata dal classico riordino e cambio gomme a Newtown. Infine domenica il gran finale con l’ultima giornata di gara composta di 38,42 km cronometrati suddivisi in 5 crono. Oltre alla classica speciale su asfalto di Great Orme (4,74 km), ci saranno due passaggi ad Alwen (10,41 km) e Brenig (6,43 km), con quest’ultima che sarà anche la power stage trasmessa in diretta in Italia sulla web tv DAZN alle ore 13.

 

Addetto Stampa

Marco Giordo

press@aciteamitalia.it

 

#ACITEAMITALIA #WRC #ANDOLFI #ACISPORT #MOTORSPORTITALIA

Aggiornamenti, news, classifiche e foto sul sito ufficiale www.aciteamitalia.it

Facebook, Twitter, Instagram – @aciteamitaliaofficial