8 prove disputate e due annullate in un Rally di Monza estremo, nel quale è emerso il talento di Marco Zanin navigato da Massimo Moriconi, i migliori tra i talenti di ACI Team Italia. Il secondo posto offre il titolo tricolore a Davide Pesavento, navigato da Marco Zaramella, che torna a casa con lo scudetto. Terzo posto tra le Renault Clio Rally5 di Motorsport Italia per Dei Ceci-Lazzarini.

 

Il Rally di Monza è stato finale pirotecnico, a massimo coefficiente di punteggio, anche e soprattutto per il Campionato Italiano Assoluto Rally Junior, unica serie tricolore ancora in cerca di un vincitore. Nell’Autodromo Nazionale Monza, tra tutte le Renault Clio Rally5 preparate da Motorsport Italia e gommate Pirelli, alla fine è stato il trevigiano Marco Zanin a uscire vincitore dal fango e dalla pioggia, centrando il secondo successo consecutivo con Massimo Moriconi dopo il Rallye Sanremo che completa un finale di campionato in grande crescita. Una sesta tappa che gli concede anche la rimonta fino alla seconda posizione generale, da vicecampione Junior. A gioire più di tutti però, con l’ennesima prestazione sublime nonostante l’enorme pressione addosso, è stato Davide Pesavento che si è laureato Campione Italiano Junior. Il vicentino ha chiuso l’annata con il secondo posto in gara, ma aveva la certezza di aver conquistato il titolo già con il ritiro di Igor Iani dopo una toccata sulla terza prova del venerdì. Affiancato per l’occasione da Matteo Zaramella, il pilota vicentino ha saputo gestire la gara, attaccando prima nella power stage e controllando poi con il forfait dell’avversario. Sul misto terra-asfalto Pesavento ha dimostrato ancora una volta grande freddezza nonostante la giovane età, terminando nel più epico dei modi il suo percorso stagionale. Chiude il podio tra gli Under 27 di ACI Team Italia il casertano Francesco Dei Ceci navigato da Nicolò Lazzarini, che saluta il 2023 in continua ascesa, dando la zampata che lo appaia ad Igor Iani, a pari punti in terza posizione.

 

Ai piedi del podio i fratelli Nerobutto, Geronimo e Francesca, vincitori della power stage inaugurale, mentre Matteo Doretto ha sofferto noie tecniche sulla PS8, terminando comunque la sua gara con Andrea Budoia al quinto posto nonostante le continue avversità. Ha dovuto alzare bandiera bianca anzitempo Igor Iani, pilota ossolano navigato da Nicola Puliani, che per due volte si è dovuto fermare. La prima volta già nella serata di venerdì, la seconda sulla PS6 che ha messo fine alle sue speranze di vittoria. Bandiera bianca anche per Niko La Notte, ritiratosi con Giovanni Bernacchini nella PS5.